14/11/2020

Nuovi spazi per la cultura a Dolo: al via l'iter per il recupero della Barchessa Ovest di Villa Concina



Un nuovo spazio per la cultura: la Barchessa Ovest di Villa Concina, che affianca la biblioteca comunale. Nei prossimi giorni sarà affidato l'incarico per il progetto esecutivo.


Nel corso del primo mandato dell'Amministrazione guidata da Alberto Polo la cultura ha sempre avuto uno spazio determinante e, in un certo senso, intersettoriale. Le iniziative e i momenti di approfondimento, infatti, hanno sempre “parlato” di promozione del territorio, di formazione, di educazione alla cittadinanza, di attenzione per gli altri, per l'ambiente, per il sociale.

Basti pensare, in questo senso, alla street art, agli spettacoli di teatro civile di Ascanio Celestini o di Moni Ovadia, alle rassegne letterarie, al ricordo della tradizione tenuto vivo grazie alla Pro Loco e all'Associazione Isola Bassa o, ancora, alla forza dirompente della magnifica ‘Moby Dick’ del Teatro dei Venti.

Accanto alle iniziative culturali si è provveduto a garantire sia sostegno al mondo dell'associazionismo sia spazi da riqualificare e rivitalizzare.

Due esempi su tutti: la biblioteca di Villa Concina, giunta ad ospitare una media - prima dell’emergenza Covid 19 - di mille persone al mese; l'ex Macello, che adeguatamente riqualificato anche dal punto di vista estetico e strutturale, oggi ospita i corsi dello ‘Spazio Back_Up’ e dell’Università del Tempo Libero ‘Riviera del Brenta’, caratterizzandosi così come un nuovo ‘polo della formazione’.

Oggi, grazie ai risparmi dovuti alla gestione virtuosa del Comune nel corso del 2020, sarà possibile restituire alla comunità la Barchessa Ovest di Villa Concina. Il progetto esecutivo, una volta approvato, sarà messo in gara per un importo (al ribasso) di circa un milione di euro.

“Restituire a tutti i dolesi – commentano il Sindaco di Dolo Alberto Polo e l'Assessore alla Cultura Matteo Bellomo – la Barchessa Ovest di Villa Concina è un'altra promessa mantenuta da questa Amministrazione. Grazie a questo fondamentale intervento saremo in grado di aprire nuovi spazi e nuove opportunità. Potremo “allargare” la nostra biblioteca, ma avremo anche a disposizione dei cittadini una sala polivalente per convegni, esposizioni, rappresentazioni teatrali e spettacoli musicali. Nella Barchessa Ovest, inoltre, troverà spazio anche una zona caffetteria, che aprirà nuove prospettive anche in termini di organizzazione di eventi nel magnifico parco della Villa”.

 “Il recupero della Barchessa – concludono Sindaco e Assessore – consentirà, inoltre, di liberare la Barchessa Est così da adibirla a nuova aula studio per tutti i nostri giovani, che proprio in queste ore stanno costituendo un'associazione per proporre iniziative di approfondimento culturale, organizzandosi anche per l'apertura serale dell'aula”.

Conclude l’assessore ai Lavori Pubblici Giorgia Maschera: “Il restauro della barchessa sarà accurato e complesso, perché filologicamente destinato al ripristino di un bene monumentale di estremo valore storico. Il risultato sarà, in effetti, quello di restituire a Dolo un suo pezzo di storia, come è stato fatto con le Conche, realizzando così il bellissimo Parco della Cultura”.

unchecked checked