23/10/2020

La Giunta Comunale di Dolo lancia la sfida per una Mobilità Sostenibile insieme alla Città Metropolitana di Venezia

La Giunta Comunale di Dolo ha approvato oggi le proprie osservazioni al PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) della Città Metropolitana di Venezia.

Tra gli elementi maggiormente significativi sintetizzati nelle osservazioni ci sono interventi già avviati e che devono trovare compimento, come lo spostamento del deposito Actv e l’installazione di impianti di ricarica per mezzi elettrici - in parte previsti nel progetto ‘Smart City’ che Città Metropolitana si appresta ad assegnare alla ditta vincitrice della gara.

Ancora, sono previsti alcuni altri interventi ritenuti, dall’amministrazione comunale, qualificanti e determinanti. Così è per il potenziamento delle piste ciclabili – in particolare la pista ciclabile della Riviera del Brenta, essenziale per alleggerire il traffico sulla S.R. 11.

A sottolineare la strategicità sia per la tutela dell’ambiente che per il rilancio del turismo dei percorsi ciclabili è l’assessore all’Urbanistica del Comune di Dolo Matteo Bellomo: ‘Oltre alla ciclabile della Riviera l’altro asset fondamentale è il prolungamento della pista che arriva da Camponogara e che dovrà proseguire fino al centro di Dolo per collegarsi all’anello Arino/Dolo/Cazzago/Sambruson, così da superare il caos legato all’attraversamento nord – sud’.

‘E’ evidente' – aggiunge Bellomo - 'che a tutto questo si dovrà associare un potenziamento del trasporto pubblico, che deve poter contare anche su un biglietto unico integrato tra i vari mezzi’.

‘La sfida della mobilità sostenibile è prioritaria per la nostra comunità’ - conclude l’assessore. - ‘L’ente pubblico ha il dovere di essere esempio, ispiratore e facilitatore di un cambio dei comportamenti di ciascuno di noi a favore di un miglioramento complessivo della qualità della vita di tutti’.                                   

unchecked checked