01/04/2021

Avviso dall’Ufficio Ambiente di Dolo: misure di contenimento degli inquinanti atmosferici 2020 - 2021 in vigore a Dolo fino a venerdì 30 aprile 2021

Con ordinanze del Vicesindaco n. 11 del 30 marzo e n. 12 del 31 marzo 2021 il Comune di Dolo ha adottato le seguenti misure in vigore fino a venerdì 30 aprile 2021 nel territorio di Dolo.

Si chiede la collaborazione della cittadinanza per l’applicazione di quanto di seguito riassunto.

ORDINA

a tutta la cittadinanza di applicare le seguenti limitazioni su tutto il territorio comunale, nel periodo intercorrente tra il 01 aprile  e il 30 aprile 2021, fatto salvo il termine della stagione termica:

1. la temperatura ambiente non deve risultare superiore a:17°C (+ 2 di tolleranza) negli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali ed assimilabili;

19°C (+ 2 di tolleranza) in tutti gli altri edifici;

2. riduzione di 2 ore del periodo massimo consentito dall’art. 4 c. 2 del D.P.R. 74/2013, da attuarsi dalle ore 16:00 alle ore 18:00 di ogni giorno, per quanto riguarda l’esercizio degli impianti termici (e dei cosiddetti “apparecchi” per il riscaldamento quali stufe, caminetti ecc.) alimentati a combustibili liquidi o solidi;

3. divieto di combustione di biomasse per stufe con efficienza minore a 3 stelle (riferimento Delibera della Giunta Regionale Veneta n. 1908/2016), in allerta verde comunicata da Arpav, e minore a 4 stelle (riferimento Delibera della Giunta Regionale Veneta n. 1908/2016) in condizioni di allerta arancio e rosso comunicata da Arpav, in presenza di sistemi di riscaldamento alternativi, da applicarsi su tutto il territorio regionale ad esclusione della zona IT0515 “Alpi e Prealpi”;

4. divieto di combustioni all’aperto di residui vegetali su tutto il territorio regionale;

5. divieto di circolazione dei veicoli privati fino a Euro 2 diesel compreso, secondo il seguente schema:

Zona di riferimento e durata temporale

Azione

Categorie Soggette

Comuni > 10.000 abitanti

Dal 1 ottobre al 30 aprile di ogni anno

Allerta verde comunicata da Arpav

Divieto di circolazione dei veicoli nei giorni feriali dalle 8:30 alle 18:30

AUTO (M)

Benzina E0, E1

Diesel E0, E1, E2

COMMERCIALI (N1, N2)

Benzina E0, E1

Diesel E0, E1, E2

CICLI E MOTO E0

6. il divieto di sostare con il motore acceso per gli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea, e per i veicoli merci durante le fasi di carico/scarico;

7. di prevedere le seguenti deroghe alle limitazioni al traffico, valide in occasione di “nessuna allerta- livello VERDE” attestata da Arpav:


a) veicoli alimentati a benzina dotati di impianti omologati per il funzionamento anche a gpl o gas metano, purché utilizzino per la circolazione rigorosamente gpl o gas metano, o veicoli dotati di impianti omologati, alimentati a gasolio - gpl o a gasolio – gas metano;

b) autobus adibiti al servizio pubblico di linea e turistici, scuolabus, taxi ed autovetture in servizio di noleggio con conducente;

c) veicoli di trasporto di pasti confezionati per le mense e pasti per comunità;

d) veicoli al servizio di portatori di handicap muniti di contrassegno di cui all’art. 12 del D.P.R. 24 luglio 1996, n. 503; veicoli per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di gravi malattie in grado di esibire relativa certificazione medica rilasciata dagli Enti competenti; veicoli delle persone che prestano assistenza a ricoverati presso luoghi di cura o servizi residenziali, per autosufficienti e non, o a persone nel relativo domicilio, limitatamente all'assolvimento delle funzioni di assistenza, muniti di titolo autorizzatorio;

e) veicoli adibiti a compiti di soccorso sanitario, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente, muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine;

f) veicoli di servizio e nell’ambito dei compiti d’istituto delle Pubbliche Amministrazioni, compresa la Magistratura, dei Corpi e servizi di Polizia Locale e Provinciale, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate e degli altri Corpi armati dello Stato, del Corpo diplomatico aventi targa CD, del Corpo Consolare aventi targa CC, della Protezione civile, della Croce Rossa Italiana;

g) veicoli che trasportano farmaci, prodotti per uso medico e di consumo sanitario;

h) veicoli utilizzati da persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell'orario di inizio o fine turno o del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa-lavoro, purché muniti di dichiarazione del datore di lavoro attestante la tipologia e l’orario di articolazione dei turni e l’effettiva turnazione o di titolo autorizzatorio del lavoratore controfirmato dal datore di lavoro;

i) veicoli degli ospiti degli alberghi e strutture ricettive simili situati nell’area interdetta, limitatamente al percorso necessario all’andata e al ritorno dagli stessi, il giorno dell’arrivo e della partenza, in possesso della copia della prenotazione;

j) veicoli che trasportano almeno 3 persone a bordo se omologati a quattro o più posti oppure con almeno due persone a bordo se omologati a 2 posti (cosiddetto car-pooling);

k) veicoli che debbono recarsi alla revisione obbligatoria (con documenti dell’ufficio del Dipartimento di Trasporti Terrestri o dei Centri di Revisione Autorizzati) limitatamente al percorso strettamente necessario;

l) veicoli degli istituti di vigilanza privata compresi i portavalori;

m) veicoli appartenenti alle categorie “L2” (ciclomotore tre ruote) e “L5” (triciclo) riferite al trasporto merci riferite al trasporto merci e alla categoria “N” di cui all’art. 47 comma 2 lettera c del D.Lgs. 285/1992 “Nuovo Codice della Strada” (veicoli commerciali, classificati come speciali o ad uso specifico di cui all’art. 203 del DPR 495/1992 o ad essi assimilati in base ad eventuale provvedimento comunale);

n) autoveicoli e motoveicoli d’epoca e di interesse storico e collezionistico ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs n. 285/92 e s.m.i. “Nuovo Codice della Strada” (D.G.R.V. n. 4117/2007) in occasione di manifestazioni;

o) veicoli provvisti di motori elettrici o ibridi (motore termico/elettrico);

p) veicoli con targa estera purché i conducenti siano residenti e domiciliati all'estero;

q) veicoli classificati come macchine agricole di cui all’art. 57 del D. Lgs 285/92;

r) veicoli dei donatori di sangue, donazione documentabile a posteriori limitatamente al tragitto da casa al centro trasfusionale e ritorno;

Sono ulteriormente esclusi le seguenti categorie dotate di apposita attestazione e/o idonea documentazione specifica da attestare tramite autocertificazione:

s) veicoli utilizzati per il trasporto di persone che partecipano a cerimonie nuziali o funebri e veicoli al seguito;

t) veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per sottoporsi a visite mediche, cure ed analisi programmate, nonché per esigenze di urgenza sanitaria da comprovare successivamente con certificato medico rilasciato dal pronto soccorso;

u) veicoli dei paramedici e dei tecnici ospedalieri in servizio di reperibilità, nonché i veicoli di associazioni, imprese e/o persone che svolgono servizio di assistenza sanitaria e/o sociale;

v) veicoli appartenenti a enti pubblici o enti privati, utilizzati per svolgere funzioni di pubblico servizio o di pubblica utilità, individuabili con adeguato contrassegno o con certificazione del datore di lavoro;

w) veicoli con potenza inferiore o uguale a 80 kW, di proprietà di conducenti che abbiano compiuto il 70° anno di età da attestare mediante esibizione di documento di identità,

x) veicoli dei commercianti ambulanti che operano negli spazi inseriti nel piano del commercio su area pubblica del comune;

y) veicoli per il trasporto dei bambini e dei ragazzi da/per asili nido, scuole dell’infanzia (asilo), scuole primarie (elementari), scuole secondarie di primo grado (medie), limitatamente alla mezz’ora prima e dopo l’orario di inizio e fine delle lezioni o di altre attività organizzate in orario extrascolastico dagli istituti di appartenenza;

z) veicoli di trasporto collettivo delle società sportive per l’accompagnamento di giovani atleti (massima categoria giovanissimi) verso le strutture sportive, limitatamente al percorso casa – impianto sportivo e limitatamente ai 60 minuti prima e dopo dell’inizio e della fine degli allenamenti muniti di chiara identificazione (logo della società);

aa) veicoli di sacerdoti e ministri di culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero;

bb) veicoli degli operatori del commercio all’ingrosso dei prodotti deperibili.

cc) veicoli utilizzati per particolari attività urgenti e non programmabili, per assicurare servizi manutentivi di emergenza, nella fase di intervento;

dd) esclusivamente fino al 30 aprile 2021, in via generale, in ragione della vigenza della deroga disposta con Decreto del coordinatore dell’Unità di crisi ex OCDPC n. 630/2020, n. 1 dell’8 gennaio 2021;

fermo quant’altro.

INVITA


gli Uffici pubblici a ridurre ulteriormente la temperatura ammessa; 

ESCLUSIONI

Relativamente ai punti 1 e 2, secondo quanto previsto dal D.P.R. 74/2013.

Relativamente al punto 3 in assenza di un impianto di riscaldamento alternativo.

AVVERTE

- che il presente provvedimento potrà essere modificato o anticipatamente sospeso a seguito dell’instaurarsi di particolari condizioni atmosferiche;

- che l’ottemperanza al presente atto, relativamente ai punti 1-2-3, potrà essere verificata nell’ambito dei controlli del rendimento energetico e dello stato di esercizio e di manutenzione degli impianti termici effettuati dalla Città metropolitana di Venezia.

SANZIONI

Salvo che il fatto costituisca illecito o reato, le violazioni alle disposizioni della presente ordinanza saranno punite con la sanzione amministrativa da 25,00 euro ad 500,00 euro da applicarsi con le procedure stabilite dalla L. 689/1981.

Per ogni ulteriore dettagli si rinvia al testo completo delle ordinanze disponibili su questo sito internet sezione Amministrazione trasparente > Provvedimenti > Provvedimenti organi indirizzo politico > Ordinanze:
- n. 12 del 31 marzo 2021.

Ufficio di riferimento del Comune di Dolo: AMBIENTE
unchecked checked