AVVISO DALL’UFFICIO AMBIENTE DI DOLO: MISURE DI CONTENIMENTO DEI LIVELLI DI CONCENTRAZIONE DEGLI INQUINANTI ATMOSFERICI A DOLO. LIMITAZIONI D’ESERCIZIO PER GLI IMPIANTI TERMICI AD USO RISCALDAMENTO CIVILE PER LA STAGIONE 2019 – 2020 IN VIGORE DA MARTEDì 15.10.2019 A MERCOLEDì 15.04.2020 (COMUNICATO STAMPA DI MARTEDì 8.10.2019)

Con ordinanza del Sindaco n. 65 del 4.10.2019 il Comune di Dolo ha adottato le misure per la stagione termica 2019-2020 a Dolo.

Si chiede la collaborazione della cittadinanza per l’applicazione di quanto di seguito riassunto:

ORDINA

a tutta la cittadinanza di applicare, nel periodo intercorrente tra il 15 ottobre 2019 e il 15 aprile 2020, le seguenti limitazioni all’utilizzo degli impianti e degli apparecchi per la climatizzazione invernale ubicati nell’intero territorio comunale:

1. la temperatura ambiente (intesa come media ponderata delle temperature dell’aria, misurate nei singoli ambienti riscaldati di ciascuna unità immobiliare) non deve risultare superiore a:

- 17°C (+ 2 di tolleranza) negli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali ed assimilabili;

- 19°C (+ 2 di tolleranza) in tutti gli altri edifici;

2. riduzione di 2 ore del periodo massimo consentito dall’art. 4 c. 2 del D.P.R. 74/2013, da attuarsi dalle ore 16:00 alle ore 18:00 di ogni giorno, per quanto riguarda l’esercizio degli impianti termici (e dei cosiddetti “apparecchi” per il riscaldamento quali stufe, caminetti ecc.) alimentati a combustibili liquidi o solidi;

3. divieto di utilizzo dei generatori di calore a biomasse con efficienza inferiore o uguale a “2 stelle” (riferimento Delibera della Giunta Regionale Veneta n. 1908/2016);

4. divieto di combustione all’aperto, ai sensi dell’art. 182 comma 6-bis del Decreto Legislativo 152/2006 (DGR n. 122/2015), in particolare in ambito agricolo (fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali) e di cantiere, ad eccezione delle manifestazioni pubbliche autorizzate/previste dal Comune.
INVITA

  • i gestori di esercizi commerciali e di edifici con accesso al pubblico, a chiudere le porte di accesso per evitare dispersioni termiche;
  • gli Uffici pubblici a ridurre ulteriormente la temperatura ammessa;
SANZIONI
Salvo che il fatto costituisca illecito o reato, le violazioni alle disposizioni della presente ordinanza saranno punite con la sanzione amministrativa da € 25,00 ad € 500,00 da applicarsi con le procedure stabilite dalla L. 689/1981.

Per ogni ulteriore dettaglio si rinvia al testo completo dell’ordinanza.

Ufficio di riferimento del Comune di Dolo: AMBIENTE
unchecked checked