CHI VOTA

Per i Referendum votano:

1. tutti i cittadini italiani regolarmente iscritti nelle liste elettorali del comune;
Sono iscritti nelle liste elettorali del Comune di Dolo i cittadini italiani che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età alla data del primo giorno di votazione (12 giugno 2011) e che siano in possesso dei requisiti di elettorato attivo.
 

Il corpo elettorale del Comune di Dolo è composto da 12.169 elettori (alla data del 06.05.2011 ).

2. i cittadini italiani residenti all'estero ossia iscritti all'A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero), secondo le seguenti modalità:

- all’estero, per corrispondenza, per i cittadini italiani residenti negli Stati con i quali il Governo italiano ha concluso apposite intese. Il Consolato di riferimento trasmetterà direttamente all’indirizzo estero dell’elettore il plico elettorale contenente le schede di voto, le istruzioni sulle modalità di voto e i termini entro cui rispedire la busta, con le schede votate, al proprio Ufficio consolare. Se l’elettore non riceve il predetto plico elettorale entro il 29 maggio 2011, potrà recarsi di persona all’Ufficio consolare di riferimento, per verificare la propria posizione elettorale;

- è possibile l'esercizio di voto in Italia, presso il Comune italiano di iscrizione AIRE, se il cittadino AIRE ha fatto esplicita richiesta di opzione di voto in Italia, presso il Consolato di riferimento, entro giovedì 14 aprile 2011, compilando l’apposito modulo messo a disposizione del Consolato di riferimento.

- esclusivamente in Italia, recandosi presso il Comune italiano di iscrizione all’AIRE, per i cittadini residenti negli Stati esteri che non hanno stipulato intese di voto con il Governo italiano, e inoltre, per i cittadini residenti negli stati nei quali, nonostante il Governo italiano abbia concluso apposite intese, la situzione politica o sociale non consente il diritto al voto.

ATTENZIONE: i cittadini italiani temporaneamente all’estero ed appartenenti alle seguenti categorie:

- Forze Armate e Forze di Polizia temporaneamente all’estero impegnate nello svolgimento di missioni internazionali;
-
Dipendenti di Amministrazioni dello Stato, di Regioni o di province autonome temporaneamente all’estero per motivi di servizio;
- Professori universitari, ordinari ed associati, ricercatori e professori aggregati in servizio presso istituti universitari e di ricerca all’estero;

nonché i loro familiari conviventi, possono esercitare il diritto di voto all’estero, per corrispondenza se, entro l'8 maggio 2011, abbiano fatto apposita domanda al Comando o alle Amministrazioni di appartenenza, ovvero all'Ufficio Consolare (Ministero dell’Interno – Voto all’estero).

I connazionali temporaneamente all’estero non appartenenti alle sopra citate categorie, esercitano il diritto di voto esclusivamente in Italia, presso il proprio Comune di residenza.

unchecked checked