Sei in : Comune di Dolo >

IL SINDACO DI DOLO, A NOME DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE, RICORDA COSÌ GIULIANO ZILIO, VICESINDACO DELLA GIUNTA GOTTARDO, PURTROPPO SCOMPARSO QUESTA NOTTE (COMUNICATO STAMPA DI MERCOLEDì 19.10.2016)

19/10/2016

Il Sindaco di Dolo dott. Alberto Polo:

“A Giuliano Zilio era impossibile non volere bene. Era spontaneo, a volte disarmante nella sua umanità.

La passione politica, in lui, si intrecciava con un profondissimo affetto verso la comunità nella quale viveva e della quale si sentiva testimone. Affetto ricambiato dalla ‘sua’ Sambruson: per anni Giuliano è stato tra i candidati più votati nelle competizioni elettorali.

Abbiamo condiviso il tavolo del Consiglio Comunale per più legislature, scontrandoci sovente nell’affrontare le questioni legate al governo della città. Toni a volte accesi, in aula, ma che mai hanno travalicato, da parte sua, la soglia del rispetto istituzionale e per il diverso credo ideologico.

Perché Giuliano era uomo ‘tutto d’un pezzo’: si immedesimava con assoluta adesione nelle esigenze dei suoi / nostri concittadini. Ascoltava tutti attentamente e con pazienza. E se gli uffici non riuscivano a dare con immediatezza una risposta a chi necessitava di aiuto, ne soffriva realmente.

Spesso mi ha confidato l’atteggiamento ambivalente nei confronti della funzione di Vicesindaco, che con grande onore ha ricoperto, a Dolo, per cinque anni. La soddisfazione, da un lato, per  il coronamento di un sogno politico coltivato da sempre. La frustrazione immensa, dall’altro, perché in molti casi avrebbe davvero voluto fare di più, anche se – oggettivamente – non ve ne era la possibilità. In qualità di assessore ai Servizi Sociali è stato spesso a contatto con situazioni difficili, a volte disperate: disagi che, purtroppo, un Amministratore locale non può cancellare.

Le lentezze della burocrazia, i cavilli delle procedure, l’esiguità delle risorse disponibili lo amareggiavano profondamente: perché Giuliano aveva un animo generoso e avrebbe voluto aiutare tutti.

I compagni di partito, gli avversari politici, i dipendenti comunali ne avevano ben compreso la natura generosa: Giuliano è sempre stato stimato per le qualità umane, la sensibilità personale, la cortesia.  Decenni di impegno per Dolo hanno lasciato il segno: oggi, in Municipio, ci sentiamo tutti molto tristi. ‘State sereni’, diceva Giuliano. E illuminava comunque la giornata con un suo sorriso. Ciao, Vicesindaco, grazie per esserci stato”.