Sei in : Comune di Dolo >

DOLO SI CONFERMA ‘COMUNE VIRTUOSO’ NEI PAGAMENTI ALLE AZIENDE

13/04/2016

Dolo si conferma ‘comune virtuoso’: onora pienamente i tempi che la legge detta alle pubbliche amministrazioni per il pagamento delle fatture (30 giorni dalla data di emissione, con alcune eccezioni che consentono il pagamento entro 60 giorni).

Se è vero che il rispetto di questi termini è un fattore essenziale per il buon funzionamento dell’economia nazionale, è vero anche che molti enti pagano in tempi più lunghi. A essere penalizzate - in una fase nella quale le imprese sono a corto di liquidità - sono in particolare le piccole aziende.

‘Non è questo il caso del Comune di Dolo’, spiega con soddisfazione l’Assessore al Bilancio e Vicesindaco Gianlugi Naletto, ‘che è entrato tra i primi 500 enti virtuosi in tema di rispetto dei tempi medi di pagamento delle fatture’.

La ‘classifica’ è stata predisposta dal M.E.F. attingendo ai dati presenti nella piattaforma dei pagamenti istituita il 1° luglio 2014, nella quale ogni ente della Pubblica Amministrazione dovrebbe inserire i dati mensilmente. Il condizionale è d’obbligo, considerato che su oltre 20.000 enti pubblici presenti in Italia solamente 7.400 adempiono regolarmente all’obbligo.

‘Dolo, dunque, è virtuoso nel rispettare i tempi di pagamento e contribuisce così a non creare ulteriori difficoltà al mondo imprenditoriale, già molto provato dalla crisi economica degli ultimi anni’, aggiunge Naletto.

Ecco, nel dettaglio, come si colloca il Comune di Dolo (i dati presi in considerazione si riferiscono al periodo 01/07/2014 – 31/12/2015):

·        a livello nazionale, in termini di tempi medi di pagamento ponderato pari a 30 giorni, è al 22° posto su 500 enti;

·        a livello regionale è al 14° posto;

·        a livello provinciale, su 9 enti classificati nei primi 500, è al 7° posto,

‘Un ottimo risultato’, conclude il Vicesindaco, ‘raggiunto grazie al grande sforzo organizzativo messo in atto da tutti gli uffici del Comune e all’attenta gestione, da parte dell’Ufficio Ragioneria, nel rispettare i tempi amministrativi di lavorazione delle fatture ricevute’.