Sei in : Comune di Dolo >

Smog, il Sindaco di Dolo proroga l’ordinanza per la prevenzione e la riduzione dei livelli di concentrazione degli inquinanti nell’atmosfera. Chiesta anche la convocazione del Tavolo Tecnico Zonale (comunicato stampa di venerdì 29.01.2016)

03/02/2016

DOLO - Negli ultimi giorni i limiti delle polveri sottili sono stati superati costantemente e non accennano a migliorare. Il problema riguarda tutta la pianura Padana e le singole iniziative locali, peraltro ‘a macchia di leopardo’, non sortiscono alcun effetto.

Il Sindaco Alberto Polo, al fine di porre in essere ogni utile azione finalizzata al contrasto dei livelli di concentrazione degli inquinanti nell’atmosfera, ha oggi prorogato (con ordinanza n. 6 del 29.01.2016) la propria ordinanza n. 56 del 30/12/2015 fino al 15 aprile prossimo, ordinanza che dispone, fra l’altro, l’obbligo di abbassare il riscaldamento, di spegnere i motori dei veicoli in caso di sosta e il divieto di combustione e accensione di stufe e caminetti. 

‘Serve un intervento coordinato e risulta necessaria l’azione degli enti superiori’, sottolinea l’assessore all’Ambiente Marina Coin. Che ha chiesto, oggi stesso, la convocazione del Tavolo Tecnico Zonale, organismo previsto per il coordinamento di politiche unitarie in materia di prevenzione e risanamento dell’aria nell’ambito del territorio della Città metropolitana, il cui compito è proprio quello di coordinare un’azione unitaria ed efficace.

Aggiunge il Sindaco: ‘Quello dell’inquinamento atmosferico è un problema molto grave e che, con diverse particolarità, accomuna l’intero territorio nazionale. La tutela della salute pubblica è sicuramente una priorità per il Sindaco e per l’intera Amministrazione. Per questo il mio auspicio èche  ci si coordini in un’azione comune, da studiare con il Sindaco Metropolitano e il Prefetto di Venezia, a reale salvaguardia delle nostre comunità e dell’ambiente in cui viviamo’.