Sei in : Comune di Dolo >

A settant’anni dall’8 settembre 1943 una mostra, da sabato 3 a domenica 18 ottobre 2015 a Dolo ricorda la storia degli internati militari italiani nei lager del terzo reich (comunicato stampa di venerdì 2.10.2015)

02/10/2015



Si terrà SABATO 3 OTTOBRE 2015 alle ore 17.00 a Dolo, nella barchessa di villa Concina in via Comunetto n. 5, l’inaugurazione della mostra storico/documentariaRESISTERE SENZ’ARMI. STORIE DI INTERNATI MILITARI ITALIANI NEL TERZO REICH (1943-1945)’ realizzata dall’Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea (Iveser).

L’iniziativa si propone di far conoscere la vicenda storica dei circa 650.000 militari italiani che vennero catturati dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943 e deportati nei lager del Nord Europa. I nazisti li classificarono come Internati Militari Italiani (IMI), privandoli così delle tutele previste dalle convenzioni internazionali per i prigionieri di guerra.

L’evento – attraverso un originale allestimento, con la riproduzione di un cospicuo ed inedito materiale documentario e fotografico (conservato prevalentemente nell’archivio dell’Istituto) – ripercorre tutta la vicenda degli IMI: la cattura, il terribile viaggio nei carri bestiame, la dura vita nei campi, il rifiuto di collaborare con la Repubblica sociale italiana e la Germania nazista, la liberazione, il ritorno a casa e il difficile reinserimento.

Di forte impatto la sezione con alcuni totem con le immagini fotografiche e i documenti di alcuni internati militari  e che ne propone i loro percorsi biografici.

Tra questi soldati anche un dolese di nascita, il motorista della Regia Marina Militare, il novantottenne  Luigi Baldan,  già conosciuto per il suo libro di memorie “Lotta per sopravvivere – la mia Resistenza non armata contro il nazifascismo”, edito nel 2007, relativo al periodo da internato militare italiano nei lager nazisti ed alle sue opere di solidarietà nei confronti delle ragazze ebree del campo di Sackisch Kudowa in Polonia.

Un’esposizione in cui parole, immagini e documenti ricostruiscono i contorni di storie singole e li fondono in una storia collettiva che fatica ancora a trovare un posto e un giusto riconoscimento nella memoria degli Italiani.

Promossa dall'A.N.P.I. di Dolo in collaborazione con il Comune di Dolo, è stata realizzata dall'Iveser grazie ad un contributo della Regione del Veneto e con il patrocinio della Provincia di Venezia.

Sarà visitabile fino a DOMENICA 18 OTTOBRE 2015 con i seguenti orari:
sabato e domenica 10.00 -12.00 / 15.00 – 18.00

Info e prenotazioni: Biblioteca comunale di Dolo tel. 041 411090

Relativa sezione Eventi del presente sito internet www.comune.dolo.ve.it.