Sei in : Comune di Dolo >

Lettera aperta del 9.01.2015 del Sindaco di Dolo, Mariamaddalena Gottardo, alla Cittadinanza in merito alla strage avvenuta a danno della redazione del periodico "Charlie Hebdo" a Parigi

09/01/2015

A nome dell’intera Amministrazione Comunale di Dolo, voglio esprimere non solamente un profondo dolore per la strage avvenuta il 7 gennaio alla redazione del periodico “Charlie Hebdo” di Parigi, ma soprattutto la forte, completa contrarietà all’utilizzo della violenza come arma di veicolazione del proprio credo, qualunque esso sia.

Oggi la Capitale francese è in lutto, ma è in realtà un lutto che coinvolge l’intera Comunità civile, tutti noi, poiché il massacro di quelle persone – che nulla avevan fatto tranne che svolgere in maniera pacifica il proprio lavoro!- simboleggia la chiara, feroce volontà di sopprimere il primario valore della libertà di parola ed, ancor prima, di pensiero.

Non solo: ad esser colpiti sono stati proprio giornalisti e disegnatori di un settimanale che si occupa di satira, ovvero della forma forse piu’ intelligente – di sicuro pacata- di opposizione,  in ambito politico e piu’ genericamente culturale.

Chi non è in grado di accettare nemmeno una così “giocosa” modalità di espressione di dissenso, non è in grado in realtà di accettare alcuna forma di confronto con l’altrui esistenza, comprendente giocoforza anche dissomiglianza…non è in grado, perciò, di esser parte di questa nostra Società civile che vede la diversità come un’opportunità di crescita e non come fattore da eliminare.

In qualità di Sindaco, a questo proposito, ho sempre dato e sempre darò il benvenuto a coloro che –provenienti da luoghi e tradizioni diversi- scelgono di vivere in questo Paese; devo e voglio, però, porre un vincolo fondamentale a quest’accoglienza: essa va data a chi rispetta noi, le nostre Leggi, i principi di libertà ed eguaglianza che fondano la nostra coesistenza, non a coloro che utilizzano la violenza contro tutto questo.

Scarichi il formato .pdf della Lettera del Sindaco di Dolo del 9.01.2015