Sei in : Comune di Dolo >

Comunicato stampa: meno stretti i vincoli del patto di stabilità per il Comune di Dolo

04/11/2011

COMUNICATO STAMPA:

MENO STRETTI I VINCOLI DEL PATTO DI STABILITA’ PER IL COMUNE DI DOLO

 

 

‘Grazie alla Regione Veneto, anzitutto, ma grazie anche all’intera struttura del Comune di Dolo che, in sinergia con tutti gli Assessori, si è fortemente impegnata per il salvataggio del Patto di Stabilità’.

 

Maddalena Gottardo, Sindaco di Dolo, commenta così l’ottimo risultato ottenuto dall’Amministrazione che - come attestato  nella Deliberazione di Giunta Regionale n. 1757 del 26 ottobre scorso - è una delle sei ‘virtuose’ del veneziano ammesse a beneficiare di uno ‘sforamento’ dei rigidi vincoli di spesa imposti a livello nazionale dal legislatore.

 

‘L’opportunità era stata offerta dalla Legge n. 220 del 2010’, spiega l’Assessore al Bilancio Giuseppe Pasqualetto, ‘che aveva fissato al 15 settembre scorso il termine per  comunicare alla Regione la possibilità di spesa dell’ente sino a fine anno e richiedere, conseguentemente, di allentare i vincoli che contingentano la spesa stessa’. Una chance, questa, che è sfuggita a molti, ma che il Comune di Dolo non ha mancato di cogliere in tempo.

 

La richiesta è andata a buon fine e – come precisa Pasqualetto – ‘Dolo, grazie a un articolato meccanismo contabile attuato dalla Regione Veneto, può dunque beneficiare di un miglioramento del saldo obiettivo programmatico relativo al Patto di Stabilità Interno del 2011 per un importo di 307mila euro’.

 

Ciò a dire che se prima il Comune non poteva spendere risorse già a bilancio per 589mila euro (somma da tenere appunto vincolata per rispettare il Patto di Stabilità), ora, grazie al riconoscimento regionale, può ridurre il vincolo di 282mila euro e – di conseguenza – può aumentare la sua capacità di spesa di 307mila euro. Non si tratta, dunque, di un trasferimento di risorse dalle casse regionali a quelle comunali, ma della possibilità – concessa in base alla ‘virtuosità’ accertata dalla Regione – di spendere somme già a bilancio.

 

‘E’ il primo frutto della grande attenzione focalizzata, fin da inizio mandato, sulla salvaguardia del Patto e delle sue regole’, aggiunge il Sindaco. Che conclude: ‘questo ci consente di guardare a fine anno con maggiore serenità, anche se stiamo già lavorando alacremente sul bilancio 2012, che si preannuncia - purtroppo - di grande rigore’.

 

Venerdì 4 novembre 2011