Sei in : Comune di Dolo >

Comunicato stampa: il 'Risorgimento di Dolo' ricordato a Palazzo Ferro Fini

28/10/2011

ATTENZIONE: la mostra è stata prorogata e rimane aperta fino a sabato 7 gennaio 2012

150anniUnitaItalia_logo.jpg 


COMUNICATO STAMPA:

IL ‘RISORGIMENTO DI DOLO’ RICORDATO A PALAZZO FERRO FINI
 

BandieraItalianaSalaConsiglioDolo.jpg 

 

C’è un ospite dolese d’eccezione, nella mostra ‘La differenza repubblicana – Volti e luoghi del 1848-49 a Venezia e nel Veneto’ inaugurata oggi nella città lagunare a Palazzo Ferro Fini e visitabile sino al prossimo 8 dicembre.

 

Si tratta dello stendardo che orna abitualmente le pareti della Sala Consiliare del Municipio di Dolo, significativa testimonianza del Risorgimento. Paziente opera di ricamo realizzata dalle ‘Signore del Dolo’, la bandiera è infatti una delle prime in assoluto a riprodurre il tricolore italiano, ancora a bande orizzontali. Al centro il leone marciano alato, racchiuso in una cornice dipinta che ricorda le rivolte popolari del 1848 – 1849. All’epoca molti volontari anche di Dolo accorsero a Venezia per sostenere le sorti della neonata Repubblica contro l’occupazione austriaca. Nella cornice sono infatti riprodotti gli stemmi delle altre città che si sollevarono, nella ‘Primavera dei Popoli’, contro l’Impero Austriaco: Milano, Roma, Brescia e Vicenza.

 

Al centro del quadro, dunque, compare lo stemma del Comune di Dolo e, a sinistra, in basso, sono riportate queste parole: ‘Dopo l’eroica sfortunata - resistenza di Venezia - il genio della libertà soccombendo - l’Austria  - di quei giorni invida e gelosa - fin le memorie - a disperdere intese - Questa gloriosa insegna - sulla civica bandiera del 1848 - ricamata dalle signore di Dolo - la Famiglia Rodomonte - sfidando le dispotiche ire - gelosamente custodiva - redenta l’Italia - il sig. Luigi Rodomonte - con patriottico intendimento - le donava al Comune -1885. Il quadro è firmato e datato: ‘G. Scorzon 1885’.

 

L’esposizione della bandiera è stata richiesta al Comune di Dolo dal Consiglio Regionale del Veneto, che ha preventivamente provveduto ad affidarla alle cure del restauratore d’arte Giordano Passarella. 

 

Il libretto edito dalla Regione in occasione della mostra contiene, fra l’altro, alcune interessanti note storiche sui luoghi e sulle persone di Dolo che furono protagonisti dell’epopea rinascimentale, redatte da Giampaolo Zampieri, Presidente della Residenza per Anziani Riviera del Brenta.

 

Info sul sito internet www.comune.dolo.ve.it sezione EVENTI (Mostra: La Differenza repubblicana. Volti luoghi del 1848-49 a Venezia e nel Veneto)

 

Venerdì 28 ottobre 2011