Sei in : Comune di Dolo >

Comunicato stampa: Dolo 'Stringe' i controlli sugli assegnatari degli alloggi di edilizia residenziale pubblica

26/08/2011

COMUNICATO STAMPA:
DOLO ‘STRINGE’ I CONTROLLI  SUGLI ASSEGNATARI DEGLI ALLOGGI 
DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

 

Al via controlli a tappeto, grazie all’attività congiunta del Comune di Dolo e della Guardia di Finanza di Mirano, sui redditi dichiarati dagli assegnatari degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

 

L’Amministrazione Comunale ha concordato in questi giorni con il Comandante della Compagnia di Mirano della Guardia di Finanza, Salvatore Casabranca, un piano d’azione per intensificare, nell’immediato, le verifiche sulle dichiarazioni o attestazioni ISEE presentate dagli inquilini delle case ATER.

 

‘Di fatto è la Legge Regionale n. 10 del 1996 a prevedere che il Sindaco  proceda alla verifica del reddito complessivo del nucleo familiare dichiarato dagli assegnatari. Tuttavia’, spiega l’Assessore ai Servizi Sociali nonché Vicesindaco Giuliano Zilio, ‘la volontà di attivare, di concerto con la Guardia di Finanza di Mirano, una rete più fitta di controlli sulla situazione reddituale dichiarata da quanti beneficino di contributi o esenzioni a carico del Comune’, prosegue Zilio, ‘è sentita da questa Amministrazione come una vera necessità  in termini non solo contabili, ma anche e soprattutto etici’.

 

E dunque, sulla scorta di una convenzione stipulata con la Compagnia di Mirano, alle ‘Fiamme Gialle’ il Comune di Dolo fornirà tutti gli elenchi e i nominativi degli assegnatari non solo degli alloggi ATER, ma anche dei beneficiari, a vario titolo, di provvidenze erogate dai Servizi Sociali.

 

Se dai controlli effettuati dal Comando dovessero emergere incongruenze, quanti avessero dichiarato un reddito più basso rispetto a quello effettivo rischiano non solo la perdita dei benefici sinora ottenuti, ma anche – e soprattutto - l’applicazione di sanzioni penali.

 

‘Nessun intento vessatorio, ovviamente’, tiene a precisare Zilio, ‘ma solo – come del resto già preannunciato in Consiglio Comunale tempo fa – la netta volontà di contrastare chi  voglia trarre profitti ingiusti a scapito di chi invece versi realmente in situazioni di bisogno’.

 

Venerdì 26 agosto 2011