Sei in : Comune di Dolo >

Comunicato stampa: Affidato il servizio di trasporto scolastico 2011-2012: ecco le nuove tariffe.

12/08/2011

                                                                     COMUNICATO STAMPA: 
                       AFFIDATO IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLATICO 2011-2012: 
                                                   ECCO LE NUOVE TARIFFE


Scuolabus garantito, nel Comune di Dolo, anche per il prossimo anno. Si è infatti definitivamente chiusa la procedura per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico per il periodo 1 settembre 2011 – 30 giugno 2012. A condurre gli studenti di scuole dell’infanzia, primaria e media nei rispettivi istituti saranno i mezzi delle ditte Paganin di Camponogara e Michielotto di Vigonza, riunite in associazione temporanea.

 Il costo complessivo del servizio, che sarà espletato lungo le linee di Dolo, Arino e Sambruson, ammonta a 136.375,05 euro. Con deliberazione approvata ieri, inoltre, la Giunta Comunale ha quantificato le nuove tariffe per lo Scuolabus, che saranno applicate dal prossimo settembre.

 ‘L’obiettivo perseguito’, spiega il Sindaco Maddalena Gottardo, ‘era quello di continuare a dare un aiuto significativo alle famiglie con figli frequentanti la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, calcolando nuove tariffe non eccessivamente gravose, visto il difficile momento economico’. Uno sforzo, questo, che l’Amministrazione ha cercato di coniugare ‘con la necessità di arrivare a una copertura dei costi, grazie alle entrate, pari ad almeno il 35/40%, così come stabilito dalla Giunta Comunale con la propria deliberazione n. 269 del 30.12.2010’, aggiunge Gottardo.

 Due, dunque, le tariffe decise ieri: la prima (intera), pari a 178 euro annui, la seconda (ridotta), pari a 156 euro, da applicarsi al secondo figlio e ai successivi.

 ‘Certo si registra un aumento, rispetto alle tariffe applicate sino al giugno 2011, che ammontavano a 104 euro (l’intera) e a 92 euro  (la ridotta)’, spiega l’Assessore al Bilancio Giuseppe Pasqualetto, ‘ma, purtroppo, come ormai noto, la situazione del bilancio non lasciava altro spazio di manovra. In ogni caso’, conclude Pasqualetto, ‘le quote risultano inferiori rispetto a quelle applicate nei comuni limitrofi’.

Venerdì 12 agosto 2011