Sei in : Comune di Dolo >

ROTATORIA DI VIA PASTEUR LA GIUNTA DOLESE “UN’OPERA FONDAMENTALE CHE FINALMENTE SARÀ REALIZZATA” (COMUNICATO STAMPA DI VENERDì 22.12.2017)

22/12/2017

Grazie ad un ordine del giorno della Consigliera Regionale del PD, Francesca Zottis la regione accetta di finanziare la rotatoria di via Pasteur bloccata da dieci anni.

“Questo risultato” – commenta la Giunta Dolese – “costituisce un passaggio storico per la Riviera del Brenta perché restituisce al nostro territorio un’infrastruttura determinante per lo sviluppo del nostro Ospedale e per sgravare, definitivamente, il traffico dal centro cittadino. La rotatoria, infatti, costituisce, tra le altre cose, il requisito essenziale per imprimere la giusta accelerazione a Piazza del Grano permettendo alla nostra Amministrazione di sbloccare una situazione che - al pari dei Condomini di via Fondamenta, della Scuola ‘Giotto’ con relativa mensa e della pista Ciclabile che collega Dolo a Sambruson – è in una condizione di stallo da diversi decenni.     

Questo importante risultato lo abbiamo conseguito attraverso un proficuo lavoro di squadra che ha sommato l’Ordine del Giorno approvato in Consiglio Comunale lo scorso 12 dicembre (purtroppo senza i voti delle minoranze ad accezione di quello del Movimento 5 Stelle) con un’analoga azione promossa dalla Consigliere Regionale del PD, Francesca Zottis che - sostenuta dal vicepresidente del Consiglio Regionale Bruno Pigozzo e dal consigliere Franco Ferrari - ha impegnato la Regione Veneto, durante la seduta dedicata all’approvazione del bilancio regionale di giovedì sera, al finanziamento dell’Opera in tempi brevi anche in virtù della disponibilità del Comune di Dolo ad una compartecipazione economica. 

Questa è certamente un’ottima notizia che, ci auguriamo, sia utile anche a placare le polemiche, l’acrimonia e la violenza verbale di chi in queste settimane, in modo diffamatorio, ha accusato quest’Amministrazione delle peggiori cose.

In particolar modo questa notizia ristabilisce, pienamente, la verità delle cose e mette in chiaro chi lavora per il territorio e chi, purtroppo, cerca ogni occasione per fare polemica e provare a tornare alla ribalta.

È paradossale, per esempio, che un ex Sindaco come Claudio Bertolin - consigliato come di consueto dagli ex consiglieri comunali, Vincenzo D’Agostino e Massimo Pavan - che con la sua firma ha spogliato il Comune di Dolo di sovranità su Veneto City dichiarando l’opera d’interesse nel 2005 e, di fatto, lasciando decidere altrove il destino del nostro territorio, si metta a capo di un comitato per dare lezioni di tutela dell’ambiente e del commercio dolesi; un comitato che, è giusto ricordarlo, annovera, tra gli altri, gli ex consiglieri comunali Giovanni Fattoretto, Mario Vescovi e Marco Cagnin che con il loro voto o il loro sostegno hanno sostenuto la nascita di Veneto City.

La rotatoria, grazie alla nostra azione politica e amministrativa svolta in tutte le sedi interessate, e alla disponibilità dell’Assessore Regionale, Elisa De Berti sarà realizzata con fondi regionali e comunali senza bisogno di alcun aiuto da parte del privato come avevamo auspicato con il nostro ODG che, purtroppo, la Lega dolese, forza di maggioranza in Regione, non ha voluto sostenere: ciononostante la serietà di questa amministrazione, della Consigliera Zottis e dell’Assessore De Berti, hanno raggiunto il risultato facendo a meno del loro aiuto.”