Sei in : Comune di Dolo >

GIOVEDÌ 23.11.2017 ALLE ORE 18 SI RIUNISCE LA CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO: ALL’ORDINE DEL GIORNO LA ROTATORIA DI VIA PASTEUR (COMUNICATO STAMPA DI MERCOLEDì 22.11.2017)

22/11/2017

“Ho scelto di convocare una conferenza dei capogruppo” – spiega il Sindaco, Alberto Polo – “per affrontare la questione legata alla rotatoria di via Pasteur. Non poteva essere un argomento da commissione urbanistica per il semplice fatto che l’Amministrazione Comunale non ha fatto nulla e non vi è alcuna decisione da assumere.”
 
“Noi” – continua Polo – “abbiamo ricevuto la proposta di un privato e, con grande umiltà abbiamo chiesto alla Regione Veneto di chiamare attorno ad un tavolo tutti gli enti con le giuste competenze per poterla valutare dal punto di vista tecnico, proprio come recita il punto 3 della delibera di Giunta facilmente consultabile sul sito internet del comune di Dolo (di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcuna approvazione della proposta presentata, ma è funzionale a consentire l’attivazione dello screening di ammissione e dell’iter amministrativo di esame della suddetta proposta presso la Regione Veneto, come previsto dall’allegato A della DGRV 2943/2010;).

Soltanto quando l’iter della Regione Veneto, dunque, sarà completato apriremo la trattativa con il privato partendo da un presupposto molto semplice: non possiamo mettere a rischio il nostro commercio e non vogliamo ulteriore cementificazione.”

“Lo spiegheremo nuovamente” – conclude Polo – “a tutti i capogruppo del consiglio comunale in modo che su di un tema tanto delicato che fa perno sulle paure, legittime, dei nostri commercianti, non si abbia la sfacciataggine di consumarsi uno scontro politico che, con i destini dei negozi dolesi o del verde pubblico, non ha nulla da spartire. Siamo noi, oggi, a dire: giù le mani dai negozianti, non si fa speculazione sul futuro di centinaia di attività e famiglie.”

In questi giorni, inoltre, l’amministrazione ha avviato l’iter per partecipare al bando di riconoscimento dei comuni dell’Unione lo status di “Distretto del Commercio” attraverso il quale sostenere proprio i negozi di vicinato in una logica di area vasta. Il bando prevede, se vinto, una serie di contributi economici per l’ammodernamento, la promozione e il sostegno proprio dei negozi locali.