Sei in : Comune di Dolo >

Comunicato stampa: il 'Piano tipo' per la gestione delle emergenze sul territorio e le raccomandazioni dell'Aulss 13 dopo l'incendio del 31 gennaio a Ballò di Mirano

06/02/2012

COMUNICATO STAMPA:

IL ‘PIANO TIPO’  PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SUL TERRITORIO

E LE RACCOMANDAZIONI DELL’AULSS 13 DOPO L’INCENDIO

DEL 31 GENNAIO A BALLO’ DI MIRANO

 

 

Un ‘piano tipo’ per la più efficace gestione delle emergenze sul territorio: è quello che l’Amministrazione Comunale di Dolo ha sperimentato sul campo lo scorso primo febbraio , a seguito dell’incendio sviluppatosi, la notte precedente, presso una fabbrica di materiale plastico in Ballò di Mirano. Quel piano, ora tradotto dal Settore Ecologia – Ambiente del Comune in un documento consultabile nel sito web istituzionale www.comune.dolo.ve.it (VEDI SOTTO), ‘ha potuto funzionare grazie al prezioso apporto del Gruppo Comunale di Protezione Civile’ tiene a precisare il Sindaco di Dolo Maddalena Gottardo.

           

‘La catena di allertamento che, a partire dalle primissime ore del mattino, è stata intessuta dagli Uffici del Comune di Dolo con Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Carabinieri, Arpav e Aulss 13’ – aggiunge Gottardo – ‘ha ben funzionato. Da subito la Protezione Civile ha affiancato l’Amministrazione nella gestione di tutte le attività che si sono rese necessarie per monitorare le conseguenze della ricaduta dei fumi sprigionati dal rogo. Una collaborazione, quella del Gruppo Volontari’ – conclude il Sindaco – ‘come sempre efficace e puntuale, con ben dieci persone che, per l’intera giornata, sono state operative su tutto il territorio comunale’.

 

Oggi il Dipartimento di Prevenzione – Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Aulss 13 ha diramato una nota ai Sindaci dei Comuni di Mirano, Pianiga, Dolo, Fiesso d’Artico e Stra, contenente le ‘prime valutazioni igienico – sanitarie’ conseguenti all’incendio.

 

Il Dipartimento attesta che ‘i composti organici volatili rilevati dai campionamenti ARPAV hanno evidenziato livelli entro i limiti nelle località sottovento, dove i fumi si sono diretti (Arino, Fiesso d’Artico e Stra)’. Nella comunicazione si legge anche che ‘per quanto riguarda l’emissione di altri inquinanti (amianto dalla copertura e diossine alla combustione di materiale plastico) non ci sono ancora i risultati delle analisi dei campioni effettuati sull’aria e sulle matrici ambientali; ci si riserva pertanto di fare ulteriori valutazioni quando i dati saranno resi disponibili. Nel frattempo, considerato che la diossina è prevalentemente assunta con gli alimenti (più del 95%), in attesa di ulteriori dati da parte di ARPAV si raccomanda di lavare gli ortaggi raccolti da eventuali orti privati investiti dalla nube, con abbondante acqua corrente prima del consumo’.

               

Lunedì 6 febbraio 2012

- icona_pdf.gif RIEPILOGO DELLA CATENA DI ALLERTAMENTO DEL COMUNE DI DOLO IN OCCASIONE DELL'INCENDIO SVILUPPATOSI IL 1.02.2012 PRESSO UNA FABBRICA DI MATERIALE PLASTICO IN BALLO' DI MIRANO


Vedi:
- FACEBOOK COMUNE DI DOLO (organizzazione governativa):
http://www.facebook.com/pages/Comune-di-Dolo/197828920250716 ;

- TWITTER COMUNE DI DOLO:http://twitter.com/#!/comunedolo.

- COMUNICATO STAMPA DEL 08.02.2012:LE PRIME VALUTAZIONI DI ARPAV DOPO L’INCENDIO DEL 31 GENNAIO A BALLO’ DI MIRANO-> HOME PAGE-> NOVITA 08.02.2012

NEWSLETTER DEL COMUNE DI DOLO N. 4/2012 DEL 06.02.2012 -> DOCUMENTI -> NEWSLETTER-> NEWSLETTER DEL COMUNE DI DOLO - ANNO 2012

- COMUNICATO STAMPA DELL'ARPAV PROVINCIA DI VENEZIA ore 12:00) DEL 01.02.2012: 
BALLO’ – INCENDIO del 1.02.2012 c/o IDEAL SERVICE -> HOME PAGE -> NOVITA' 01.02.2012

NEWSLETTER DEL COMUNE DI DOLO N. 3/2012 DEL 01.02.2012 -> DOCUMENTI -> NEWSLETTER -> NEWSLETTER DEL COMUNE DI DOLO - ANNO 2012

- COMUNICATO STAMPA DEL 01.02.2012: NESSUN PERICOLO DOPO L'INCENDIO DELLA FABBRICA DI BALLO' DI MIRANO ->
HOME PAGE -> NOVITA' 01.02.2012